Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Che tonfo ad Avellino: bianconeri battuti 110-72 nella 5a giornata

Pubblicato in Lega Basket il Sabato 3 Novembre 2018, 22:25

La Dolomiti Energia parte male e non riesce a pareggiare intensità, talento e qualità messi in campo dai padroni di casa: Avellino scappa via con i canestri di Green e Cole e chiude i conti già nel terzo quarto

La Dolomiti Energia Trentino cede 110-72 al PalaDelMauro di Avellino: i bianconeri rimandano ancora l’appuntamento con la prima vittoria stagionale in Serie A e subiscono una delle sconfitte più larghe della propria storia sul campo di una Sidigas particolarmente ispirata, capace di affidarsi con continuità e profitto al talento e all’esuberante fisicità di Caleb Green (30 punti), Norris Cole (22) e Hamady N’Diaye (20). Alla Dolomiti Energia, che da Avellino raggiungerà direttamente Belgrado per il Round 6 di EuroCup in programma martedì sera, non bastano le fiammate di Radičević (13 a referto), Marble (10) e Gomes.

Alla BLM Group Arena la Dolomiti Energia tornerà a giocare sabato 10 novembre nell’anticipo della 6a giornata di campionato contro Brescia (palla due alle 20.30, biglietti disponibili online a questo link): allo stesso link è possibile acquistare i biglietti validi per i tre match di novembre della Dolomiti Energia (martedì 13 alle 20.30 contro l’ASVEL e domenica 25 alle 18.30 contro Sassari) al prezzo di due partite con l’opzione “November Pack”.

La cronaca. Radičević apre le danze con una grande tripla, ma quello rimarrà l’unico vantaggio di serata dei bianconeri: Cole e Green cominciano a produrre punti e giocate d’attacco a ritmi impressionanti, la Dolomiti Energia fatica a contenere il talento degli esterni di casa e quando lo fa viene beffata nella lotta a rimbalzo. La Sidigas scappa sul 24-7 prima che Gomes con 6 punti consecutivi aiuti i bianconeri a limitare i danni (32-18).

Lo spumeggiante attacco di Avellino non cala di colpi: i canestri facili di Cole e Green aggiornano il nuovo massimo vantaggio (40-21 su un gioco da tre punti dell’ex campione NBA), la reazione degli ospiti stavolta è avviata e sostenuta da Marble (6 in fila) e da un Dustin Hogue straripante nella lotta sotto i tabelloni. Avellino perde Costello per infortunio ma dopo che Trento si avvicina fino al meno 10 rimette le marce altissime in attacco: i primi 20’ si chiudono sul 58-44.

I primi minuti del terzo quarto fanno capire che tipo di serata attende i bianconeri: Nichols, Cole e soprattutto uno straripante N’Diaye spaccano ulteriormente la partita e fanno affondare i bianconeri fino al meno 38 su cui si chiude un match da archiviare in fretta.

MAURIZIO BUSCAGLIA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: «Non è facile commentare una partita così. Giocata male, senza presenza, senza difesa, senza il giusto atteggiamento. È cominciata con errori banali e proseguita senza capacità di reagire: nel momento in cui siamo un po’ rientrati, nel secondo quarto, abbiamo di nuovo commesso quegli stessi errori che avevano permesso ad Avellino di scappare via ad inizio match. Dobbiamo lavorare per riuscire a stare meglio in campo, soprattutto in difesa. I 110 punti subiti sono tanti, dovremmo avere il temperamento di chi vuole vincere le partite nella propria metà campo. Stasera invece non c’è proprio stata mai partita».

Sidigas Avellino 110

Dolomiti Energia Trentino 72

(32-18, 58-44; 86-54)

Sidigas Avellino: Green 30, Nichols 10, Costello, Filloy 2, Campani, Sabatino 6, D’Ercole, Sykes 14, Cole 22, Spizzichini 6, N’Diaye 20. Coach Vucinic.
Dolomiti Energia Trentino: Marble 10, Radičević 13, Pascolo 2, Mian, Forray 10, Flaccadori 10, Mezzanotte 2, Gomes 8, Hogue 6, Lechthaler 2, Jovanović 9. Coach Buscaglia.

Arbitri: Rossi, Sardella, Boninsegna.
NOTE: Tiri da due: AVE 34/45, TRE 23/39. Tiri da tre: AVE 9/21, TRE 4/21. Tiri liberi: AVE 15/16, TRE 14/17. Rimbalzi: AVE 33, TRE 19. Assist: AVE, TRE. Recuperi: AVE, TRE.