Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Buscaglia: "Bravi a riprenderci l'inerzia nel quarto periodo"

Pubblicato in Lega Basket il Sabato 18 Marzo 2017, 22:17

Il coach bianconero dopo il successo su Pistoia: "Stasera contava reagire dopo Torino, sono soddisfatto". Esposito: "Non abbiamo eseguito il piano partita nei primi due periodi"

A fine conferenza stampa, quando arriva il momento di allentarsi la cravatta, Maurizio Buscaglia la butta lì: "La mia esperienza mi dice che questa è una cosa che succede spesso. Quando si affrontano due squadre a vocazione difensiva, capita che ne venga fuori una partita ad alto punteggio". Detto fatto. 

MAURIZIO BUSCAGLIA (coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): "Ci sono diversi motivi per cui dobbiamo essere soddisfatti di questo successo. Innanzitutto perché dopo sei vittorie consecutive e la sconfitta di lunedì, a contare stasera era soprattutto la reazione che avremmo avuto. Credo di poter dire che siamo stati bravi a rialzare subito la testa e mettere in campo la nostra forza. Faccio quindi un grande plauso ai ragazzi, che in questi giorni hanno lavorato con grande attenzione in un una settimana molto difficile. Dobbiamo essere poi contenti di aver ribaltato la differenza canestri nel confronto con una diretta concorrente, e di averlo fatto mandando cinque giocatori in doppia cifra, cercare sempre i giocatori giusti nei momenti giusti. Pistoia si è dimostrata squadra tosta, dura, che non molla, e quindi essere riusciti a riprenderci l'inerzia nel quarto periodo è stato un altro motivo di grande soddisfazione. A fianco di tutto questo, certo, dobbiamo pensare anche a cosa non è andato, a quei 31 punti subiti nel terzo quarto, il massimo che abbiamo mai subito in stagione, davvero troppi. Però ci sono anche i meriti Pistoia, che ha segnato molti tiri difficili".

VINCENZO ESPOSITO (Coach THE FLEXX PISTOIA): "Giocare i primi due quarti non facendo, soprattutto in difesa, ciò che avevamo preparato, ti mette in difficoltà quando poi devi fare uno sforzo extra per rientrare. I 61 subiti e il meno 20 del 19' ci hanno infatti costretto a fare uno sforzo nel terzo, che abbiamo pagato quando sarebbero servite le energie fisiche per fare il colpaccio. Questa gara non cambia il nostro obiettivo finale, dobbiamo pensare a salvarci il prima possibile. Sapevamo che dopo le prime quattro gare ci avrebbe aspettato un calendario difficilissimo, però la reazione che abbiamo avuto nella seconda metà gara dice che siamo vivi, e che possiamo sperare di raggiungere la salvezza con qualche giornata di anticipo".

Di seguito il video-riassunto della gara: