Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Dolomiti Energia beffata all’ultimo respiro dal Buducnost dopo 2OT

Pubblicato in EuroCup il Mercoledì 24 Gennaio 2018, 21:45

I bianconeri cedono 105-106 dopo due tempi supplementari ai montenegrini: sono due tiri liberi di Nikolic a fil di sirena a chiudere i conti dopo una partita pazzesca, ricca di pathos e colpi di scena. 24 punti di un monumentale Forray

Due tiri liberi di Danilo Nikolic a un decimo dalla sirena finale condannano la Dolomiti Energia ad un altro stop contro il Buducnost Podgorica. Finisce 105-106 il Round 4 di Top 16 al PalaTrento al termine di una partita pazza ed infinita, risolta solo dopo due tempi supplementari, i primi della stagione dei bianconeri alla partita ufficiale numero 31. La sconfitta dei bianconeri, arrivata nonostante una prestazione monumentale di capitan Forray (24 punti, massimo in carriera) e nonostante la tripla doppia sfiorata da Sutton (15 punti, 11 rimbalzi e 6 assist), di fatto fa svanire le chance di qualificazione dell’Aquila (1 vittoria e 3 sconfitte) nel girone G.

I trentini torneranno protagonisti sul parquet del PalaTrento domenica sera nel big match contro la Reyer Venezia (ore 18, biglietti disponibili online a questo link). Ultimi giorni utili anche per sottoscrivere un abbonamento per le gare interne della Dolomiti Energia in questa seconda parte di stagione in Serie A ed EuroCup: le nuove tessere sono acquistabili presso l'Aquila Basket Store di piazzetta Lunelli (info a questo link).

 

La cronaca del match. Il Buducnost si presenta con due triple consecutive, ma i bianconeri a differenza di una settimana prima sono pronti a reagire: Gutiérrez, in quintetto assieme a Forray, Shields, Sutton e Hogue, segna 7 punti di fila che assieme ad una tripla di capitan Forray porta i padroni di casa avanti 12-6; poi sono una schiacciata di Sutton e 4 punti di Shields a tenere dietro Podgorica nonostante la fiammata di Gordic (18-13 dopo 7’). La guardia serba continua a segnare e firma il 18 pari, Silins manda le due squadre al primo mini intervallo sul 22-20 grazie alla sua prima tripla di serata. Gli ospiti mettono la freccia con un canestro da lontano del debuttante Doellman, e salgono fino al +7 con la regia di Ivanovic e con i punti dei lunghi: Trento ricuce con Forray e Shields (tripla del 37 pari), ancora una volta è Gordic (11 nel primo tempo) a trascinare i suoi al 41-46 del minuto 20 nonostante un’altra tripla di Forray, salito anche lui a quota 11 a referto grazie ad un perfetto 3/3 dall’arco.

 

I montenegrini sembrano provare la fuga (42-50), i padroni di casa hanno altre idee: un paio di rimbalzi in attacco e qualche punto in contropiede rimettono in scia gli aquilotti, poi è uno scatenato Hogue a realizzare i canestri del nuovo vantaggio aquilotto intorno alla metà del quarto (56-52). Il parziale in favore dei bianconeri si allarga fino al 19-2 che chiuso da uno spettacolare alley-oop sull’asse Sutton-Gomes regala il 61-52 per i trentini: Ivanovic segna alla sirena, ma l’Aquila conduce 64-57 dopo 30’. Podgorica avvia l’ultimo quarto con tre triple, ma i bianconeri restano avanti grazie a Gomes e Gutiérrez (69-66 e timeout Buscaglia). Gordic e Nikolic completano il 5/5 da 3 per il Buducnost in 4’ (72-72), Guti pesca dal cilindro 4 punti di mestiere prima della “bomba” di Shields che vale il 81-77. Gli ospiti impattano a 82 con i liberi di Ivanovic e Gordic: un antisportivo a Hogue manda in lunetta Landry cha fa 0/2, sul possesso seguente i bianconeri recuperano palla. Overtime. Forray, sempre lui, apre con 5 punti che scavano il solco (92-87), Gordic replica con la tripla del 94 pari a 27” dalla sirena. Dopo la lunghissima pausa per verificare la (non) validità del canestro allo scadere di Nikolic si va al secondo supplementare. Senza Guti, Toto e Hogue (fuori per 5 falli) Gomes e Franke segnano punti pesanti ma Gordic, Landry e Sehovic puniscono la difesa bianconera (101-104 a 46” dalla sirena). Flaccadori prima segna il meno 1, poi ferma Gordic con una gran difesa che lancia i punti del sorpasso di Shields a poco più di 1” da giocare. Sulla rimessa disegnata da coach Dzikic, Nikolic riceve palla e subisce fallo: glaciale 2/2 dalla lunetta e vittoria per Podgorica. 

 

 

MAURIZIO BUSCAGLIA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): “Credo che questa partita sia stata un po’ figlia delle sconfitte precedenti: ci è mancata consistenza e durezza nei momenti chiave, non siamo stati lucidi e concentrati. La reazione nel secondo tempo è stata importante, ma non abbastanza: abbiamo pagato i nostri errori, in attacco e in difesa, e le nostre scelte nei “vari” finali di partita. Un vero peccato, pensato all’importanza del match nel nostro percorso in Europa, ma è da queste partite che si può crescere. Dobbiamo proprio aggiustare il modo in cui approcciamo il gioco, non la singola partita: l'alto livello di sforzo mentale di queste partite molto lunghe è difficile da mantenere se ti manca solidità”.

Dolomiti Energia Trentino 105
Buducnost VOLI Podgorica 106 (2OT)
(22-20, 41-46; 64-57, 82-82; 94-94)
Dolomiti Energia Trentino: Franke 4 (2/3), Sutton 15 (6/9, 0/2), Silins 3 (0/2, 1/3), Forray 24 (4/11, 4/5), Conti ne, Flaccadori 4 (1/2), Gutiérrez 13 (5/10, 1/2), Gomes 11 (1/1, 3/5), Hogue 15 (5/12), Lechthaler, Shields 16 (4/9, 2/4). Coach Buscaglia.
Buducnost VOLI Podgorica: Ivanovic 20 (3/4, 2/4), Sehovic Su. 10 (2/5 da 3), Doellman 3 (1/3 da 3), Barovic 8 (4/6), Sehovic Se. (0/1 da 3), Starovlah ne, Gordic 23 (4/9, 4/7), Ilic 6 (3/4), Nikolic Z. 2, Gibson 12 (2/6, 2/9), Landry 7 (3/4, 0/1), Nikolic D. 15 (1/2, 3/6). Coach Dzikic.
Arbitri: Peruga (Spa), Balak (Isr), Geller (Bel).
Note: Tiri da due: Trentino 28/59, Buducnost 20/35. Tiri da tre: Trentino 11/23, Buducnost 14/36. Tiri liberi: Trentino 16/26, Buducnost 24/30. Rimbalzi: Trentino 46 (Hogue 10), Buducnost 30 (4 giocatori con 4). Assist: Trentino 22 (Sutton 6), Buducnost 15 (Gordic 7). Recuperi: Trentino 6 (Sutton 2), Buducnost 6 (Gordic e Nikolic Z. 2).