Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Marchini: «Pronti ad un nuovo ciclo nel nostro settore giovanile»

Pubblicato in Giovanili il Lunedì 2 Luglio 2018, 10:00

Il responsabile del settore giovanile aquilotto dopo la stagione 2017-18 guarda al futuro: «Dopo gli ottimi risultati sul campo e nel lavoro individuali del gruppo 2000 ripartiamo a costruire qualcosa di importante, anche con i reclutamenti»

Proseguire nel processo di crescita di giocatori e struttura, cercando di inseguire i risultati sul campo ma soprattutto cercando di valorizzare e di migliorare i singoli giocatori: questi sono e rimangono i principali obiettivi del settore giovanile della Dolomiti Energia Trentino, che anche il prossimo anno sarà sotto la guida del responsabile Alessio Marchini, allenatore della formazione Under 18. 

ALESSIO MARCHINI (Responsabile Settore Giovanile DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «A livello generale si chiude una stagione positiva per il nostro settore giovanile: i gruppi U13 e U14 hanno avuto ottime stagioni in regione ma soprattutto hanno saputo portare avanti un importante programma di sviluppo tecnico; gli U15 sono andati avanti con un po' di alti e bassi ma mostrando qualità nel lavoro e crescita costante; lo "sbarco" degli U16 nel campionato Eccellenza sapevamo non sarebbe stato di facile impatto ma il gruppo ha affrontato la stagione con grande impegno. Per tutto questo ci tengo a ringraziare tutti gli allenatori e gli assistenti per il lavoro svolto, anche quest'anno possiamo essere tutti orgogliosi di quanto fatto soprattutto perché siamo stati tutti capaci di fare un passo in più rispetto al passato. Penso per esempio alla grande attenzione al lato fisico/atletico e allo sviluppo individuale dei ragazzi, in ogni gruppo». 

«Per quanto riguarda il gruppo U18, si è chiusa un'altra annata straordinaria con l'eliminazione ai quarti di finale scudetto, nelle prime 8 a livello nazionale. Paradossalmente la stagione è stata persino migliore di quella chiusa al secondo posto del 2016-17, siamo passati da "sorpresa" a grande conferma vincendo il girone veneto e anche quello interregionale perdendo complessivamente due partite. Poi alle Finali Nazionali episodi e dettagli fanno la differenza, ma pensare che 3 dei nostri ragazzi siano stati inseriti costantemente nel gruppo della Nazionale Under 18 riempie di soddisfazione. Questo rappresenta un po' l'apice del lavoro con un gruppo, quello composto dai ragazzi del 2000, con cui ho condiviso 3 stagioni fantastiche e intense: voglio ringraziare di cuore tutti, i miei assistenti e i miei giocatori, hanno fatto sacrifici importanti e sono stati sempre una squadra stimolante da allenare per la grande predisposizione al lavoro e per le qualità umane del gruppo».

«La fine di questa stagione segna per forza di cose la fine di un "ciclo" e l'inizio di una nuova fase per il nostro settore giovanile: vogliamo continuare a formare e sviluppare giovani giocatori per portarli al massimo livello possibile, siamo pronti a reclutare qualche ragazzo andando alla ricerca di talenti anche grazie agli sforzi di Alessandro Giuliani e dell'Academy, all'interno delle società affiliate al nostro progetto vedo crescere entusiasmo e disponibilità a seguire una strada comune. Siamo pronti a crescere ancora e a consolidarci sul panorama nazionale».