Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Borse di studio in memoria di Manuel Bobicchio, ecco i vincitori

Pubblicato in Dolomiti Energia Basketball Academy il Giovedì 29 Dicembre 2016, 17:13

I giovani, premiati per la loro capacità di conciliare studio e passione per il basket, verranno premiati lunedì in uno degli intervalli di Dolomiti Energia Trentino - Red October Cantù

Quanto può costare un anno di basket per una famiglia? 300 euro circa? Non è quindi un caso che proprio questa sia la cifra che riceveranno i 16 vincitori della 10^ edizione delle “Borse di studio in memoria di Manuel Bobicchio” (nella foto Savorelli la premiazione della IX Edizione): i 16 atleti, che verranno premiati lunedì durante un intervallo della gara tra Dolomiti Energia Trentino e Red October Cantù, militano in squadre associate alla Trentino Basketball Academy e sono risultati vincitori al termine della selezione tra le 36 domande pervenute presso la segreteria della società bianconera. I 16 vincitori riceveranno la borsa di studio grazie al contributo di Fondazione Aquila Basket, CAF ACLI e FIP Trentino Alto Adige: idealmente, la quota di 300 euro significa proprio che attraverso il proprio impegno scolastico ciascuno di questi ragazzi può pagare il costo della propria attività sportiva.

Per vincere la borsa di studio si sono presi in considerazione sia i risultati scolastici che l’impegno in palestra, oltre al codice ISEE. Ciascuno dei 36 ragazzi che ha preso parte alla borsa di studio aveva i requisiti necessari, che per le medie e il biennio significa una pagella superiore all’8 e per il triennio delle superiori superiore al 7: proprio per questo ciascuno di loro parteciperà alla premiazione che avverrà durante gli intervalli della prima gara del 2017 che si disputerà al PalaTrento. A premiare gli atleti saranno i genitori di Manuel, Francesca e Walter Bobicchio, il Presidente della Fondazione Aquila Basket Giovanni Zobele, il direttore di ACLI Servizi Michele Mariotto e il Presidente della FIP Trentino Alto Adige Mauro Pederzolli, a testimoniare anche il grande coinvolgimento di tutto il basket regionale nel ricordo di un ragazzo che nelle sue stagioni tra Riva e Trento ha mostrato impegno encomiabile sia sul parquet che sui banchi di scuola.

Dolomiti Energia Trentino, Virtus Altogarda, Maia Merano, BC Gardolo, Belvedere Ravina, JB Rovereto, Olimpia Bolzano, Basket Pergine, Pall. Villazzano e Apecheronza Avio: queste le società di provenienza dei 36 atleti che hanno fatto domanda per le borse di studio. Ecco, invece i vincitori, a cui vanno i complimenti per quanto fatto nell’anno scolastico/sportivo 2015/16: Luka Smiljkovic (Dolomiti Energia Trentino), Asia Dalla Pellegrina (Belvedere Ravina), Lapo Neri (Dolomiti Energia Trentino), Maddalena Martinelli (Belvedere Ravina), Manuela Rech (Belvedere Ravina), Gioele Massari (Basket Pergine), Angeloantonio Mosca (Olimpia Bolzano), Patrick Rella (JB Rovereto), Max Theiner (Maia Merano), Erik e Mark Czumbel (Dolomiti Energia Trentino), Martin Fedrizzi (Pall. Villazzano), Mauro Savoia (BC Gardolo), Fabio Savoia (Dolomiti Energia Trentino), Stefano Grandi (Apecheronza Avio), Chiara Maccani (Belvedere Ravina).

Tutti i partecipanti riceveranno una t shirt ricordo e una pergamena con la copia dell’ultimo tema di italiano scritto da Manuel sui banchi della terza superiore dell’Istituto Biologico “Ivo del Carneri” di Civezzano. Nel suo ultimo tema, che il destino ha voluto che si titolasse proprio “Il mio futuro” Manuel racconta i suoi sogni per il futuro: ma nella conclusione del suo tema, quando fa riferimento a quanto il futuro talvolta possa essere diverso da quello che si aspettiamo, lascia a tutti i suoi coetanei una riflessione che può essere tenuta come riferimento per tutti.Secondo me per vivere al meglio bisogna vivere giorno per giorno facendo quello che ci si sente di fare e di dire, pensando che potrebbe sempre essere l’ultimo giorno. Questo ragionamento è un po’ drammatico ma è il metodo di divertirsi e di fare vedere chi si è in modo da essere più felici possibile.”