Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Bolzano, bimbi in delirio per la visita di Lechthaler e Jefferson

Pubblicato in Dolomiti Energia Basketball Academy il Lunedì 17 Ottobre 2016, 18:42

I due centri bianconeri hanno trascorso la giornata in Adige: a Bolzano per allenarsi con studenti e giovani cestisti, poi a Merano per visitare lo stabilimento Forst

Lunedì di visite a studenti e aziende dell'Alto Adige per i due lunghi della Dolomiti Energia Trentino Johndre Jefferson e Luca Lechthaler. Accompagnati da Marco Dell'Uomo, responsabile Minibasket e Scuola di Trentino BasketBall Academy, e da Simone Caldara, responsabile rapporti società, i due centri hanno infatti trascorso a Bolzano e Merano il giorno di riposo concesso ai giocatori bianconeri da coach Maurizio Buscaglia dopo il successo corsaro di domenica a Venezia.

Al mattino Luca e JJ hanno aperto la giornata facendo visita ad alcune classi delle Scuole Elementari Manzoni di Bolzano, trascorrendo due ore in mezzo al travolgente entusiasmo scatenato dalla loro presenza nei bimbi dell'istituto scolastico bolzanino. 

Dopo aver giocato con loro, proponendo una serie di semplici ma divertenti esercizi con la palla, Lechthaler e Jefferson hanno improvvisato un simpatico due contro due con le ragazze del Basket Club Bolzano, che assieme a loro hanno partecipato alla mattinata, aumentando, se possibile, il delirante entusiasmo tra i tantissimi ragazzi coinvolti.

Dopo aver raccontato ad Alto Adige TV le attività che Trentino Basketball Academy, il progetto di sviluppo cestistico territoriale promosso da Aquila Basket su tutto il territorio regionale, svolge in tutta la regione, i due campioni aquilotti hanno salutato i loro giovani tifosi regalando loro le proprie cartoline personalizzate con autografo prima di trasferirsi a Merano per fare visita allo stabilimento di Forst, ormai da diversi anni affezionato sponsor del club aquilotto.

Dopo aver visitato lo stabilimento di Foresta, conoscendo le modalità di preparazione della birra grazie alle spiegazioni delle guide altoatesine, la comitiva bianconera, raggiuta dal direttore commerciale Andrea Nardelli, ha assaporato alcune specialità locali facendosi consigliare da Luca Pellizzon, Event Manager e Brand Developer di Forst, per qualche azzeccato abbinamento con le birre Forst. 

Lasciata Merano, i due giocatori della Dolomiti Energia e lo staff di Trentino Basketball Academy hanno fatto rotta verso Sud, senza però farsi mancare un allenamento pomeridiano presso il PalaMazzali con decine di cestisti e minicestisti delle società Olimpia Basket Bolzano, Basket Rosa, Minibasket Rosa ed Azzurro. 

JOHNDRE JEFFERSON (Centro DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): "Passare la giornata di riposo incontrando così tanti bambini, stando in mezzo a loro, ai loro sorrisi, alla loro passione per lo sport e la vita, non rappresenta un peso ma è anzi davvero divertente e motivante. Mi viene da dire che poter essere una fonte di ispirazione e gioia per i ragazzini e le ragazzine, davvero tantissime qui a Bolzano, che amano il basket, è per un giocatore una fonte di carica che poi ti porti in campo alla domenica, sapendo di avere con te tutto il supporto, il tifo e l'entusiasmo di questi bimbi". 

LUCA LECHTHALER (Centro DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): "Giornate del genere, trascorse sul territorio in mezzo a centinaia di bimbi e bimbe innamorati della pallacanestro, mi divertono e mi caricano tantissimo. A rendere il tutto ancor più speciale oggi è stata la possibilità di poterlo fare in un posto che nella mia carriera ha avuto un ruolo particolare, Bolzano, in qualità di testimonial di una realtà come Trentino Basketball Academy, nata con l'obiettivo di diffondere la passione per il basket e auspicabilmente poter permettere ad altri ragazzini di poter vivere a pieno il proprio rapporto con la pallacanestro, come ho avuto l'opportunità di fare io da ragazzo, facendolo però nella propria terra e senza dover lasciare da giovanissimi la propria famiglia e i propri punti di riferimento. A tutto questo poi si aggiunge il notevole interesse personale che provo nel conoscere da vicino i prodotti delle aziende del nostro territorio, approfondendone i modelli di business e le attività. Eccellenze come Forst sono esempi dell'imprenditorialità della nostra regione, sia per la loro attenzione alla sostenibilità e alla qualità, che per la sensibilità che dimostrano nello stare vicino allo sport e ai valori che rappresenta".