Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Sutton: “Siamo meglio di così, ci serve più passione e durezza mentale”

Pubblicato in Lega Basket il Giovedì 2 Novembre 2017, 18:00

L’ala americana suona la carica in vista del match di sabato a Masnago (ore 20.45) contro Varese: “Contro Gran Canaria abbiamo giocato una partita solida ma non basta: abbiamo ancora grandissimi margini di crescita”

La Dolomiti Energia Trentino, arrivata a Varese nel pomeriggio, dopo la sconfitta nel quarto turno di EuroCup a Las Palmas contro Gran Canaria ha già la testa rivolta verso l’importante match di sabato sera a Masnago (ore 20.45) contro la Openjobmetis Varese padrona di casa. Una partita che mette di fronte due squadre a pari punti in classifica (2-3 il bilancio di entrambe le formazioni dopo 5 turni di campionato), e che ad entrambe servirà per dare continuità di risultato alle rispettive belle vittorie su Reggio Emilia (91-69 per i bianconeri) e Pistoia (81-73 con Varese capace di chiudere il match con un gran 28-14 di parziale nell’ultimo quarto).

Con il gruppo bianconero viaggia anche Shavon Shields, rimasto infortunato alla caviglia nei primi minuti della partita della Gran Canaria Arena: per l’esterno di passaporto danese previsti riposo e terapie in attesa di poter svolgere gli accertamenti del caso.

DOMINIQUE SUTTON (Ala DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): “Nella prima parte di gara contro Gran Canaria credo che abbiamo fatto un ottimo lavoro nel tenere i nostri avversari lontani dal ferro, lavorando bene a rimbalzo senza concedere loro troppi extra-possessi: abbiamo avuto un piccolo calo da questo punto di vista nel finale del secondo quarto, ma abbiamo retto bene fino agli ultimi 3-4 minuti di partita. Lì a decidere il match sono stati alcuni rimbalzi in attacco e alcuni palloni vaganti che non siamo stati in grado di controllare. Abbiamo giocato una partita solida complessivamente ma abbiamo ancora grandi, grandissimi margini di crescita: possiamo fare meglio. Il match di sabato contro Varese? Dobbiamo andare in campo e “competere”: giocare con passione e con grande voglia di vincere è sempre stato nell’identità di questa squadra e di questo club, nelle ultime partite sembra quasi che non riusciamo più a divertirci in campo e a giocare con la giusta durezza mentale. Non ci stiamo esprimendo al nostro livello, a partire dal match contro Varese dobbiamo tornare ad essere la squadra più tosta sul parquet”.

 

MAURIZIO BUSCAGLIA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO)Come detto anche a caldo subito dopo la fine della partita di Las Palmas, occorre fare uno step “conclusivo”: dobbiamo essere in grado di crescere durante la partita, cercando di trovare le chiavi del match e soprattutto di essere meno ondivaghi all’interno dei 40’. Dobbiamo essere più attenti, a costarci l’inerzia delle partite nel finale sono spesso stati piccoli errori: ragioneremo, lavoreremo, ci alleneremo. A Varese vogliamo vincere la partita e fare questo passo: per farlo allo stesso tempo dobbiamo anche alzare la nostra intensità in ogni aspetto del gioco”.