Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Lovisotto: "Gruppo eccezionale, sono entusiasta di essere qui"

Pubblicato in Lega Basket il Martedì 23 Agosto 2016, 18:27

Il lungo di scuola Treviso presentato ai media: "Quest'anno voglio migliorare come giocatore e maturare come uomo". Il presidente Longhi: "Lovisotto e Bernardi sono il futuro del club e dimostrano quanto noi crediamo nei giovani, nonostante tutto

Come cambia il mondo. Se pochi anni fa vi avessero raccontato di un ragazzo di Treviso presentatosi all'ombra del Bondone manifestando "gioia per la sua nuova avventura a Trento in una squadra che fino a pochi mesi prima vedeva solo in tv su RaiSport", avreste legittimamente pensato ad una goffa inversione nel nome delle due città. Ora che invece Isacco Lovisotto, 18enne prospetto proveniente dalla Marca, si presenta alla Dolomiti Energia carico di entusiasmo per fare parte di un progetto al terzo anno di serie A, la cosa sembra quasi scontata. Anche se chi ha lavorato tanto per provare a cambiarlo, quel mondo, sa quanto tutto questo sia stato difficile. E non vada dimenticato. "Ci ripresentiamo al terzo anno di serie A continuando a credere nel nostro progetto - ha dichiarato il presidente della Dolomiti Energia Trentino Luigi Longhi presentando alla stampa il lungo di scuola Treviso Isacco Lovisotto assieme all'enfant du pays Andrea Bernardi -. Ancora una volta dimostriamo di credere nei giovani italiani, ancora una volta ci schiereremo al via con il cinque più cinque, ancora una volta investendo sul futuro del nostro club e della nostra pallacanestro nonostante una Federazione che fa poco o nulla per venirci incontro e sostenerci"
 
 
LUIGI LONGHI (Presidente DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): "Puntare sui giovani necessita di investimenti, di coraggio nel non accontentarsi di fare scelte meno rischiose, di visione. Le società che provano a farlo non sono molte, e avrebbero bisogno di essere sostenute, avrebbero bisogno di vetrine importanti. Purtroppo in Italia questo non sempre succede. Pazienza. Noi andiamo avanti, convinti della bontà del nostro progetto, convinti che ragazzi come Isacco Lovisotto o Andrea Bernardi siano il futuro del nostro club, proprio come i Baldi Rossi e i Flaccadori ne sono il presente". 
 
 
ISACCO LOVISOTTO (Ala DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): "Quando in estate il mio agente mi ha prospettato l'opportunità di poter venire a Trento, ho subito manifestato grande entusiasmo perché questa è una piazza importante, non solo per la sua cultura vincente a livello di risultati, ma anche per i notevoli investimenti che il club conferma un anno dopo l'altro sui giovani. Arrivato qui da qualche giorno, posso già dire che le notevoli aspettative che io e la mia famiglia avevano per questo ambiente sono state tutte confermate. Questa è una realtà super per giocare a pallacanestro, organizzata, piena di entusiasmo, con un gruppo di giocatori davvero straordinari. Tutti pronti ad aiutare, a dare un consiglio, senza mai farti dimenticare che sei il giovane del gruppo alternando uno schiaffo (ride, ndr) e una carezza. Le mie aspettative per la stagione? Non ne ho. Voglio solo diventare un giocatore migliore, e crescere come uomo nella mia prima esperienza professionistica lontano da casa".