Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Dolomiti Energia ok per 20 minuti: ma poi è 64-70 Strasburgo

Pubblicato in Estero il Giovedì 14 Settembre 2017, 21:00

I trentini, privi di ben quattro elementi, tengono botta per metà gara grazie alla difesa: poi è la squadra francese ad aggiudicarsi il match grazie a Laberyrie e Logan

Sorretta dalla propria difesa, anche in questa stagione destinata ad essere il marchio di fabbrica della formazione trentina, la Dolomiti Energia regge bene il confronto con il SIG Strasbourg per i primi venti minuti della seconda gara del Trofeo Pro Stars - Pays de la Loire. Poi, col fiato un po' corto per le contemporanee assenze di Baldi Rossi, Gutierrez, Silins e Behanan, la squadra bianconera va in affanno, cedendo il passo ai transalpini del SIG Strasbourg, che battendo gli aquilotti per 64-70 si qualificano per la finalissima dello storico torneo francese dopo aver battuto per 76-73 anche Le Mans nella giornata di mercoledì. Flaccadori, 15, il miglior marcatore tra i trentini, in una serata in cui oltre a Sutton (13) ha certamente ben figurato l'olandese Franke (13, sotto nella foto Alexandre Couraud).

La cronaca: Collet recupera Dixon e Laberyrie, freschi come lui di rientro dalla sfortunata avventura francese ad Eurobasket. Buscaglia invece deve fare i conti non solo con le assenze annunciate di Gutierrez, atterrato solo nella serata di oggi in Francia, e Baldi Rossi, che si unirà al gruppo la settimana prossima, ma anche di Silins (che sta rapidamente recuperando dal problema al gran pettorale) e Chane Behanan (distorsione alla caviglia in allenamento, per lui qualche giorno di terapia e lavoro differenziato prima di essere rivalutato al rientro a Trento).

A corto di elementi sotto canestro, Aquila Basket fa di necessità virtù rispondendo alla stazza di Otule (4) con tutta l'energia e l'atipicità di Sutton (4) e una tripla in transizione di Flaccadori (11-4). Zach Wright e Pape Sy mettono sul piatto le qualità del pacchetto esterni alsaziano riportando in scia i francesi, ma una bella giocata di Shields e il gioco da tre punti di Franke ridanno consistenza al vantaggio trentino (17-10 al minuto 8). Atkins trova il tap in dopo l'errore di Wright, Franke sbaglia dopo quello di Sutton: al primo break è solo + 5 Trento (17-12) nonostante lo straordinario lavoro della difesa aquilotta.

Nel secondo quarto Atkins (5) e Dixon (2) mettono a referto i punti che riportano Strasbourg a un possesso (19-16), prima che siano le triple di Beto e Franke, seguite da una scorribanda in campo aperto di Shields, a ricacciare indietro il team di Collet (27-19). A frenare la fuga della Dolomiti Energia è qualche palla persa di troppo (6, 4 delle quali nel quarto), ma Franke è semplicemente scatenato (10) e permette agli aquilotti di approcciare l'intervallo lungo con un buon vantaggio (33-25 al 18'). Alla pausa è 36-29 Trento, con i bianconeri che a dispetto delle assenze convincono per la loro notevole solidità nella metà campo difensiva. 

Di rientro dagli spogliatoi però i vicecampioni di Francia fanno salire il livello della propria energia e della propria difesa, convertendo in attacco con le giocate vicino al ferro di Otule (8) e Laberyrie (7) che rimettono il match in parità a quota 36. La Dolomiti Energia prova a reagire ma riesce solo a pasticciare in attacco, e da un paio di brutti possessi offensivi nascono altrettante transizioni transalpine, che costringono Maurizio Buscaglia al time out (36-41 al 25'). La gara, sin qui nel complesso piacevole, scende di ritmo e di qualità, con Pape Sy (11) assoluto protagonista tra i suoi, e la Dolomiti Energia che pare non avere risposte alle sue conclusioni in avvicinamento: al 30' è 41-48 SIG. 

L'ultimo quarto si apre con una fiammata d'orgoglio targata Flaccadori. Un suo recupero difensivo con canestro in transizione, e un suo bell'assist a difesa schierata per Lechthaler danno una speranza a Trento (45-50). La reazione di Logan però, è da campione assoluto. Dopo una gara sostanzialmente anonima l'ex Sassari e Avellino piazza 8 punti praticamente in fila, conditi pure da un assist per Otule (47-60 al 34'). Sutton (11) non ci sta, e assistito da Flaccadori (12) trascina la Dolomiti Energia fino al meno 7 (59-66 al 37'). I canestri dalla media di Cortale però (12) sono coltellate nel cuore della difesa aquilotta, e nonostante Sutton e Flaccadori continuino il loro momento positivo (finiranno rispettivamente con 13 e 15 punti a testa) la gara resta in controllo dei francesi che vincono con merito per 64-70.

Domani alle ore 19.00 i bianconeri affronteranno Le Mans per provare a qualificarsi alla finale per il terzo e quarto posto del torneo (foto credits Alexandre Couraud). 

 

Dolomiti Energia Trentino 64
SIG Strasbourg 70
(17-12, 36-29; 41-48)
Dolomiti Energia Trentino: Franke 14 (5/9, 1/2), Sutton 13 (1/4, 2/5), Silins ne, Di Prampero 3 (0/1, 1/1), Forray 2 (0/2, 0/2), Flaccadori 15 (4/5, 2/4), Gutiérrez ne, Gomes 4 (0/2, 1/2), Pierich 5 (1/2, 1/4), Behanan ne, Lechthaler 2 (1/3), Shields 6 (3/5, 0/2). All.: Buscaglia. 
SIG Strasbourg: Wright 4 (2/3), Atkins 7 (3/5), Labeyrie 7 (2/6), Leloup 2 (1/1, 0/3), Sy 13 (3/6, 1/1), Dixon 2 (1/3, 0/1), Logan 10 (2/4, 2/7), Kwedi ne, Beyhurst 3 (0/1 da 3), Cortale 12 (6/10), Otule 10 (4/5). All.: Collet.
Arbitri: Sljivic, Clivaz e Voyeau
Note: Tiri da due: Tre 15/33, Str 24/43. Tiri da tre: Tre 8/22, Str 3/13. Tiri liberi: Tre 10/17, Str 13/18. Rimbalzi: Tre 25 (Sutton 7), Str 34 (Labeyrie 11).