Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Dalla cena di beneficenza di Dolomiti Energia un mulino per il CTS

Pubblicato in For No Profit il Mercoledì 5 Luglio 2017, 16:34

Terzo progetto di associazioni del progetto No Profit finanziate grazie ai fondi raccolti dalla cena di beneficenza organizzata da Dolomiti Energia alla Centrale di Riva del Garda

Grazie alla cena di beneficenza organizzata da Dolomiti Energia sulla terrazza della Centrale Idroelettrica di Riva del Garda in occasione della Notte di Fiaba 2016 è stato possibile finanziare quattro progetti all’interno del mondo no profit bianconero. Dopo quelli del Villaggio del Fanciullo e della Coop. Samuele, è stato ieri la volta dell’inaugurazione presso Casa di Giano del mulino acquistato dal Centro Trentino di Solidarietà. Il Capitano Toto Forray, giunto a Santa Massenza insieme al Presidente Luigi Longhi, l’amministratore delegato di Dolomiti Energia Marco Merler e il direttore di Fondazione Aquila Massimo Komatz, ha simbolicamente dato il via alla prima macinata del frumento coltivato presso Casa di Giano con il nuovo mulino (fotoservizio Daniele Montigiani)

Il direttore del CTS Antonio Simula ha parlato orgogliosamente, al momento dell’inaugurazione, del loro pane “che sarà ora a KM Vero, ossia prodotto interamente presso Casa di Giano dagli ospiti: il frumento infatti è coltivato a Casa di Giano dagli stessi utenti, l’acqua arriva da una sorgente naturale lì vicina, la macinatura viene fatta in loco così come la produzione del pane che viene poi consumato a pranzo dai circa 30 utenti della Casa.” Il direttore del CTS, insieme al nuovo Presidente Marco Pederzolli, aveva in precedenza accompagnato i circa 70 amici del CTS presenti in tale occasione a vedere i campi di Casa di Giano dove si sta sviluppando uno straordinario progetto di agricoltura sociale che vede protagonisti gli utenti nella coltivazione delle vigne, del frumento, di tanti ortaggi e nella cura di piante varie nelle serre.

L’amministratore delegato di Dolomiti Energia Marco Merler ha voluto sottolineare con la sua presenza “l’identità di vedute tra Dolomiti Energia e Aquila Basket rispetto all’attenzione verso le iniziative sviluppate nel mondo del sociale: e questa del CTS è un bellissimo esempio perché coinvolge la produzione del pane, un cibo che ha una storia millenaria ricca di tanti significati.” Dopo l’inaugurazione del mulino è stata servita a tutti i partecipanti all’inaugurazione una cena buonissima preparata e servita dagli stessi utenti di Casa di Giano, apprezzatissima da Toto Forray e dai suoi commensali.

Il capitano bianconero ha poi raccolto gli applausi dei tanti ragazzi del CTS che hanno accompagnato al PalaTrento la stagione trionfale della Dolomiti Energia Trentino: “Ci hai fatto sognare sempre: Toto Forray uno di noi”, questo lo striscione dedicato al capitano dai tanti suoi tifosi che a distanza di diversi giorni hanno ancora vivo il ricordo delle emozioni regalate dal play bianconero e dai suoi compagni.