Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Molin: “Con Cantù partita importante: difesa è la parola chiave”

Pubblicato in Lega Basket il Venerdì 9 Febbraio 2018, 16:36

I bianconeri contro la Red October (sabato sera alle 20.30) vogliono tornare alla vittoria casalinga in campionato. L’assistant coach della Dolomiti Energia e della Nazionale: “Cantù ha il miglior attacco della A, dovremo farci trovare pronti”

La diciannovesima giornata di campionato di Serie A PosteMobile mette sulla strada della Dolomiti Energia Trentino la Red October Cantù, ottava forza del campionato grazie ad un ruolino di marcia da 9 vittorie ed altrettante sconfitte. Il match di domani sera al PalaTrento (palla a due alle ore 20.30, biglietti disponibili online a questo link) rappresenta per i bianconeri un match importante per la classifica e anche per il morale, visto che dopo la sfida contro Cantù la prima partita ufficiale sarà solo il 3 marzo a Reggio Emilia dopo la lunga pausa per Coppa Italia e nazionali.

Al PalaTrento per il progetto No Profit domani sera sarà presente ATAS, l’Associazione Trentina Accoglienza Stranieri: con ATAS Aquila Basket negli scorsi anni ha realizzato progetti molto interessanti con i richiedenti asilo. Quest’anno una squadra di richiedenti, nata proprio dai progetti di Aquila Basket, sta disputando con la maglia del Cus Trento il campionato di Promozione regionale con ottimi risultati.

 

LELE MOLIN (Assistente Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): Credo che, come ci ripetiamo spesso da inizio stagione, la chiave della nostra partita possa essere ancora una volta la difesa, a maggior ragione quando si affronta una squadra di alta pericolosità offensiva come Cantù: la Red October ha il miglior attacco del campionato non solo perché ha tanti grandi realizzatori, ma perché lo stile di gioco di coach Sodini a ritmo alto e tanta corsa crea grosse difficoltà alle difese avversarie. Da parte nostra, archiviata la nostra comunque positiva stagione europea, vogliamo dare continuità al risultato e alla prestazione messa in campo domenica scorsa contro Brescia, dobbiamo essere concentrati su noi stessi e sulla nostra crescita: a Montichiari abbiamo mostrato passi in avanti dal punto di vista tecnico e anche mentale, perché nei momenti di difficoltà siamo rimasti coesi e compatti. Per noi quindi questa contro Cantù è una partita davvero importante, per noi stessi ancora prima che per la classifica.