Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Dolomiti Energia, in area ecco l'atletismo di Johndre Jefferson

Pubblicato in Mercato il Giovedì 21 Luglio 2016, 10:44

Il 27enne centro, già visto a Mantova e Varese, l'anno passato ha giocato al Konyaspor, in Turchia. Buscaglia: "Gran saltatore, ci darà dimensione interna ma anche tanto dinamismo. E' perfetto per completare il nostro parco lunghi"

 
Dolomiti Energia Basket Trentino annuncia di aver sottoscritto un accordo per la stagione 2016-2017 con il centro statunitense Johndre Jefferson, già visto in Italia a Mantova e Varese e l'anno passato protagonista del campionato turco con la maglia del Torku Konyaspor
 
 
Nato 27 anni fa a Santee, nel South Carolina, Jefferson è un lungo di 207 centimetri per 102 chili che fa del suo straordinario atletismo e delle sue notevoli doti di saltatore il proprio marchio di fabbrica, come ben ricordano quanti lo videro dominare una gara delle schiacciate all'All Star Game di LegaDue del 2014.
 
 
Cresciuto nel natio South Carolina, Johndre si forma cestisticamente alla locale Lake Marion High School, prima di iniziare la carriera universitaria nella prep school di Northwest Florida State, dove resta per due anni attirando le attenzioni di University of South Carolina con una stagione da 16,0 punti, 9,0 rimbalzi e 3,2 stoppate. Trasferitosi quindi a Columbia, vive due stagioni senza particolari acuti con la maglia dei Gamecocks (2.0 di media in 54 incontri), prima di iniziare la sua carriera professionistica che lo porterà a girare diverse leghe europee.
 
Nella stagione 2011-2012 è protagonista in Slovacchia con la maglia dell’Iskra Svit (Extraliga, primo campionato nazionale) dove produce 11,2 punti, 8,3 rimbalzi e ben 3,1 stoppate ad incontro. Nella stagione 2012-13 si trasferisce nella National League israeliana (secondo campionato nazionale) disputando le prime 5 giornate con la maglia del Maccabi Kiryat Gat (15,6 punti, 10,2 rimbalzi, 2,4 stoppate) per poi passare all’Elitzur Ramla dove nelle 25 gare seguenti ritocca ulteriormente verso l'alto le sue stats  (17,0 punti, 13,9 rimbalzi e 2,9 stoppate). Dopo una breve parentesi in D-League a Salem, Johndre approda a Mantova dove resterà un anno e mezzo, conquistando sul campo la promozione in LegaDue per poi mettersi in evidenza nella seconda lega italiana con una prima metà stagione da 14,1 punti, 9,5 rimbalzi e 1,3 stoppate.
 
 
Attirato l'interesse di un club importante come Varese, si trasferisce a metà campionato alla Openjobmetis, con cui disputa 12 incontri di serie A (tra cui la gara persa dai biancorossi per 86-72 al PalaTrento) a 11,8 punti, 8,6 rimbalzi e 1,0 stoppate di media. 
 
 
Guadagnatosi sul campo lo status di giocatore di spessore europeo, nell'estate 2015 ottiene un ingaggio importante nel campionato turco, dove con il Konyaspor gioca 26 match a 10,2 punti e 6,2 rimbalzi di media.  
 
 
MAURIZIO BUSCAGLIA (Coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): "Jefferson è un giocatore di grande dinamismo, che corre bene il campo ed ha nelle sue straordinarie capacità di salto la sua caratteristica principale. Giocatore d'area, dove può essere pericoloso sia in contropiede che con le ricezioni da pick and roll, ha sviluppato col tempo anche l'uso del piede perno e la capacità di mettere palla per terra. Potrà quindi darci una dimensione interna importante, sia in difesa che in attacco, senza farci perdere il dinamismo e la corsa di cui abbiamo bisogno. Essendo un atleta molto verticale, è anche un eccellente rimbalzista e quindi ha tutte le caratteristiche che cercavamo per completare il nostro parco lunghi, dato che si incastra perfettamente con le caratteristiche di Baldi Rossi, Hogue e Lechthaler".