Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Gutiérrez: “Sorpreso dallo stretto legame fra Trentino e Messico”

Pubblicato in Progetto Scuola il Giovedì 15 Marzo 2018, 11:00

Il messicano nei giorni scorsi è intervenuto alla presentazione del film documentario Viva Kino! e poi è stato ospite delle finali di First Lego League organizzate dalla Fondazione Museo Civico di Rovereto, che ha forti legami con il Centroamerica

 

"Sto scoprendo che il rapporto tra il Trentino e il Messico è molto più profondo e radicato di quanto non pensassi: trovare questo livello di attenzione per il proprio paese natio quando si è così lontani dalla propria nazione è fantastico, e ti fa sentire un po' a casa".

A dirlo è il playmaker della Dolomiti Energia Trentino Jorge Gutiérrez, che nei giorni scorsi è stato protagonista di due eventi che hanno ben messo in luce lo stretto legame fra il Paese centroamericano e il Trentino.

 

Jorge è intervenuto al cinema Vittoria di Trento (foto Ansa) in occasione della presentazione del film-documentario ¡Viva Kino!, dove ha potuto raccontare la sua storia personale e le sue esperienze di ragazzo messicano emigrato negli States alla ricerca del suo sogno, dialogando con Andreas Fernandez, moderatore della serata.

"Non scorderò mai gli occhi di mia madre il giorno in cui partii per gli Stati Uniti. E non scorderò mai i momenti passati alla frontiera, superando un confine che nell'immaginario dei ragazzi del Messico è qualcosa che spesso separa la realtà dai sogni di una vita. Ancora oggi, ogni volta che passo una frontiera, mi torna alla mente quel giorno. Cosa trovai negli Usa? Gente per bene, che mi ha accolto e mi ha dato una mano a inseguire le opportunità che avevo solo sognato di poter avere. Ma anche diffidenza da parte di quanti vedevano in un ragazzo straniero una insidia per gli spazi che ritenevano spettanti di diritto ai ragazzi americani".

Il play della Dolomiti Energia Trentino, che ha ripreso ad allenarsi con sessioni di lavoro differenziato, è stato poi ospite delle finali di First Lego League a Rovereto, competizione di robotica e progetti scientifici tra squadre di ragazzi dai 9 ai 16 anni organizzata a livello italiano dalla Fondazione Museo Civico di Rovereto, che ha forti legami con il Messico dove sulle orme del lavoro di Cassiano Conzatti (autore di importanti studi sulla flora messicana) continua ad organizzare mostre e ricerche.

"Vedere questi ragazzi così impegnati e coinvolti nelle loro passioni ti riempie di gioia e fiducia nel futuro. E ti fa anche sentire un po' ignorante visto quello che stanno dimostrando di saper fare, sono bravissimi. E poi, dopo Padre Kino scopro di un altro trentino che ha trovato la sua strada in Messico. Fa piacere trovare legami così forti tra due terre tanto lontane, e scoprire che il Messico interessa e piace ai trentini quanto questa terra sta piacendo a me".