Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

School Day: Buscaglia, Marble e Hogue a confronto con 500 ragazzi di cinque scuole trentine

Pubblicato in Progetto Scuola il Lunedì 27 Marzo 2017, 17:13

Dopo aver battuto Pesaro infilando così la quinta vittoria interna consecutiva, oggi alcuni giocatori della Dolomiti Energia hanno approfittato del giorno di riposo concesso dal programma aquilotto prima di iniziare la preparazione per la trasferta di Milano per partecipare al secondo "School Day" bianconero, che ha coinvolto quasi cinquecento ragazzi iscritti a cinque istituti scolastici della provincia.

Devyn Marble si è recato a Levico per passare la mattinata con i ragazzi dell'Istituto Alberghiero proponendo loro una lezione di basket seguita da una chiacchierata in lingua inglese parlando con loro di vita, scuola e sport. Anche Dustin Hogue, proprio come l'ex Orlando Magic, ha proposto il format "Basket & Life", che per appunto alterna la pratica della pallacanestro in palestra a un'ora di conversazione in lingua straniera, recandosi invece presso le scuole medie Pedrolli di Gardolo. Coach Maurizio Buscaglia si è invece recato all'auditorium della Facoltà di Lettere di Trento per dialogare con oltre 350 ragazzi degli ultimi anni di Università Popolare Trentina, Istituto Pavoniano Artigianelli e Centro Moda Canossa, partendo dalla frase di Giovanni Paolo II  "Prendete la vostra vita e fatene un capolavoro".

Il coach della Dolomiti Energia ha stimolato i ragazzi confrontandosi con loro su alcune frasi pronunciate da leggende della pallacanestro come Michael Jordan, Kobe Bryant, Magic Johnson, Tim Duncan e Kareem Abdul Jabbar. "Se non credi in te stesso nessun altro lo farà per te",  oppure "Ho sbagliato più di 9.000 tiri nella mia carriera, ho perso quasi 300 partite, 26 volte ho sbagliato il tiro decisivo della partita: per questo alla fine ho vinto tutto" alcuni dei pensieri da cui sono partite le riflessioni di Buscaglia per parlare del valore della perseveranza e del lavoro, dell'importanza dell'accettazione dell'errore e del diverso.

Molto coinvolte le ragazze e i ragazzi dei tre istituti cittadini, che dopo aver rivolto tantissime domande all'allenatore della Dolomiti Energia sono stati salutati dal direttore del Dipartimento della Conoscenza della Provincia Daniela Carlini.