Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Domenica la consegna delle 16 borse di studio in memoria di Manuel Bobicchio

Pubblicato in AquiLab il Martedì 12 Marzo 2019, 12:00

Sedici le borse di studio per gli atleti delle società della Academy bianconera da parte di Fondazione Aquila, CAF Acli e FIP Trento.

Durante gli intervalli della gara di domenica contro Trieste scenderanno sul parquet della BLM Group Arena i 16 vincitori dell’12^ edizione delle “Borse di studio in memoria di Manuel Bobicchio”: ciascun vincitore riceverà l’assegno di 300 euro quale premio per essersi impegnati con pieno merito e ottimi risultati sia a scuola che in palestra nell’anno scolastico 2017/18.

Le borse di studio sono intitolate alla memoria di Manuel Bobicchio, scomparso all’età di 17 anni nel 2007 per un male improvviso quando stava terminando la sua prima stagione in maglia Aquila Basket, dopo gli anni nel settore giovanile della Virtus Riva, e stva completando il suo terzo anno dell’Istituto Biologico “Ivo del Carneri” di Civezzano con ottimi voti. Gli allenatori e i professori lo ricordano ancora come un ragazzo vivace e sveglio, che sapeva mettere sempre il 100% in ogni cosa che faceva, con impegno, passione e con il sorriso sulle labbra.

Dal 2007 la Fondazione Aquila Basket onora la memoria di Manuel con la borsa di studio riservata agli atleti della Dolomiti Energia Basketball Academy insieme a CAF Acli e FIP Trentino Alto-Adige. Quest’anno sono state 60 le domande compilate da atleti o atlete di 18 società diverse del Trentino- Alto Adige o del Veneto che hanno lavorato con passione e attenzione sia a scuola che in palestra.

Dei 60 partecipanti, 16 sono coloro che hanno vinto una borsa di studio del valore di 300 euro: idealmente, questa cifra dovrebbe coprire le spese di un anno di pallacanestro per ciascun atleta e significare così che attraverso il proprio impegno scolastico ciascuno di questi ragazzi può dare il proprio contributo nel pagare il costo della propria attività sportiva.

La graduatoria tra i 60 partecipanti è stata fissata tenendo conto dei risultati scolastici, del codice ISEE e dell’impegno avuto in palestra: per quest’ultimo aspetto sono stati coinvolte le stesse società dei partecipanti che hanno valutato l’impegno dei propri atleti. Ecco di seguito i nomi dei vincitori delle borse di studio: Lapo Neri e Mirco Stelzer (Aquila Basket Trento), Mattia Margoni (Junior Basket Trento), Sebastiano Ruele (Junior Basket Rovereto), Gaia Neri (Val di Fiemme Basket), Lucilla Quaresima e Manuela Rech (Belvedere Ravina), Dolvis Valdez Medina e Boris Soster (Maia Merano), Angeloantonio Mosca (Olimpia Bolzano), Gabriele Leoni e Martin Fedrizzi (Pall. Villazzano), Letizia Roubal (Basket Rosa), Matteo Maddalena (Concordia Schio), Francesco Perrucci (Virtus Alto Garda), Elena Gaia Chemolli (Cestistica Rivana).

Tra questi sedici vincitori, il migliore riceverà un ulteriore premio, ossia la possibilità di vivere un’intera trasferta di campionato con i giocatori della Dolomiti Energia Trentino! Domenica saranno Michele Mariotto, direttore di CAF Acli, Mauro Pederzolli, Presidente di FIP Trentino-Alto Adige, e Giovanni Zobele, Presidente di Fondazione Aquila per lo Sport Trentino, a premiare i vincitori, insieme ai genitori di Manuel, Walter e Francesca.

A tutti i partecipanti verrà consegnata una t shirt ricordo della partecipazione alle borse di studio e una copia del tema di italiano scritto a scuola da Manuel poche settimane prima di ammalarsi improvvisamente. Proprio dal suo tema di italiano è stata presa la frase che si troverà sulle t shirt donate ai partecipanti. “A questa età la cosa migliore da fare, secondo me, è quella di continuare gli studi e mantenere la propria passione per uno sport o per un hobby perché la vita è varia e ci riserva molte sorprese”.

Questo è l’augurio migliore che possiamo fare a tutti i ragazzi che trascorrono le proprie giornate tra banchi di scuola e campi di gioco.