Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

"Il gusto di fare squadra": il progetto di AquiLab per realizzare un percorso-salute a Casa di Giano

Pubblicato in AquiLab il Martedì 26 Marzo 2019, 16:30

La Fondazione Aquila finanzierà la realizzazione di un percorso salute a Casa di Giano progettato dagli studenti dell'ATS "Ivo de Carneri"

“Il gusto di fare squadra”. Questo è il nome del progetto che Fondazione Aquila Basket per lo Sport Trentino ha deciso di finanziare a vantaggio di una delle associazioni di Dolomiti Energia for no profit. E si tratta di un progetto in cui per davvero si potrà sentire…il gusto di fare squadra! Infatti, innanzi tutto l’iniziativa vede il coinvolgimento, oltre che di Aquilab, il laboratorio dei progetti sociali e territoriali della Fondazione, del Centro Trentino di Solidarietà, una delle 15 associazioni di Dolomiti Energia for no profit, e dell’ATS, la scuola professionale di Animazione Turistico-Sportiva dell’”Ivo de Carneri” di Civezzano, partner fondamentale del progetto. Infatti, la  classe 3^ dell’ATS dell’Istituto “Ivo de Carneri” coordinata dai docenti di scienze motorie Matteo Tovazzi e Luca Baratto, su richiesta del CTS, progetterà un percorso-salute da realizzare all’interno del parco attiguo a Casa di Giano, in località Santa Massenza, dove il CTS ha il proprio centro residenziale per il recupero dalle dipendenze. Gli ospiti della casa potranno così, durante la loro permanenza presso la struttura, trovare la possibilità di allenarsi, anche a scopo terapeutico, facendo gli esercizi pensati appositamente dagli studenti della scuola. In questi mesi gli studenti hanno potuto visitare Casa di Giano per vedere il parco in cui verrà realizzato il percorso salute: a scuola, sotto la guida dei prof. Tovazzi e Baratto, gli stessi studenti hanno già lavorato per ideare la struttura del percorso salute.

Ora sta per iniziare la terza ed ultima fase del progetto, perché due studenti della classe a partire da lunedì 25 marzo fino al 12 aprile saranno in tirocinio curriculare Casa di Giano, una delle comunità terapeutiche del Centro Trentino di Solidarietà, dove completeranno il progetto e realizzeranno concretamente il percorso salute.

Le attrezzature previste saranno in parte acquistate e in parte realizzate dagli stessi ospiti della casa nel proprio laboratorio di falegnameria. Il tutto sarà finanziato attraverso una cena che Aquilab organizzerà proprio presso Casa di Giano: sarà lo stesso Laboratorio di Cucina a realizzare la cena, come già fa quotidianamente per i circa 30 ospiti e operatori, utilizzando quasi esclusivamente i prodotti frutto della terra della comunità (grano, olive, verdure e tanto altro). E anche in questo caso si sentirà…il gusto di fare squadra! Il ricavato della cena servirà a coprire le spese per la realizzazione del percorso salute, ma anche per sostenere la sistemazione degli arredi delle stanze della casa, altro progetto legato al benessere dell’ospite, che saranno costruiti dagli stessi ospiti nel laboratorio di falegnameria in collaborazione di un artigiano del territorio con l’obiettivo di creare occasione di formazione per i partecipanti. In aprile il progetto sarà ultimato, in modo che con la bella stagione il percorso salute possa essere una delle attività di chi si sta impegnando per uscire dalle dipendenze. E metterlo a disposizione dei giovani della Comunità della Valle dei Laghi.

 

Giovanni Zobele, Presidente Fondazione per lo Sport Trentino “Attraverso Aquilab cerchiamo di mettere insieme realtà diverse, che prima non si conoscevano, perché sono convinto che da queste collaborazioni possano nascere frutti meravigliosi. E questo progetto ne è la testimonianza: penso che gli studenti abbiano potuto concretamente sperimentare le loro abilità e conoscere una nuova realtà; e gli ospiti del CTS avranno ora un’attività in più da svolgere, utile per il proprio percorso.

Claudio March, Direttore ATS “Ivo De Carneri” “Take care of yourself, take care of others, take care of enviroment (prenditi cura di te stesso, prenditi cura degli altri, prenditi cura dell’ambiente): sono questi i tre valori nei quali si racchiudono gli obiettivi formativi del percorso ATS. Gli studenti hanno percepito la coerenza della proposta che ci ha fatto CTS e - ben guidati dai due docenti - hanno restituito passione, energia e competenza. Quindi, davvero, massima soddisfazione per questo progetto condiviso con la Fondazione Aquila per lo Sport Trentino”

Antonio Simula, direttore CTS “Per noi sarà questa un’occasione per “gustare” la bellezza di fare squadra e di stare in compagnia con persone che dopo tanti anni possiamo permetterci di definire amici. Il progetto Dolomiti Energia Trentino per il no profit, attraverso lo Sport, ha permesso, infatti, al nostro Centro di farci interagire in modo autentico e disinteressato con alcune organizzazioni del Terzo settore e con le aziende, anche attraverso uno scambio di competenze e di buone pratiche. In questi anni di collaborazione con la Dolomiti Energia Basket Trentino abbiamo riscoperto nelle nostre comunità lo sport come vero e proprio laboratorio di esercitazione alla vita e il suo valore terapeutico per ri-crearci, scoprire e ri-scoprirci, col corpo e col pensiero suscitando nuove emozioni, sperimentando i nostri limiti, sviluppando capacità ed autonomia spendibili nella vita e alimentando l’autostima. Il coinvolgimento dei giovani studenti dell’ATS di Civezzano vuole essere un’ottima occasione per scambiarci nuove competenze nella realizzazione di un percorso che porti ad un maggior benessere del gruppo e del singolo attraverso un’attività che sia parte integrante del progetto terapeutico nella prevenzione e nella cura di tutte le dipendenze patologiche.”