Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Finali Nazionali U16: da lunedì Dolomiti Energia in campo a Caorle

Pubblicato in Giovanili il Giovedì 16 Giugno 2016, 16:48

Coach Marchini: "Girone difficilissimo, con Torino tra le favorite per andare fino in fondo: però abbiamo lavorato bene in queste settimane"

Qualificatasi all'ultimo atto del Campionato Nazionale di categoria grazie al secondo posto ottenuto nell'interzona di Porretta Terme dietro l'HSC Roma, la Dolomiti Energia Trentino Under 16 sarà protagonista la prossima settimana nelle Finali Nazionali di categoria in programma a Caorle. Finali che proporranno ai ragazzi allenati da coach Alessio Marchini un girone di ferro con PetitAmis Pallacanestro Moncalieri San Mauro (Torino), Carismi Don Bosco Livorno e Benetton Treviso, con il team piemontese favorito del raggruppamento oltre che potenziale aspirante al titolo assieme ai campioni uscenti della Stella Azzurra Roma (che nel girone C se la vedrà con Virtus Feletto, Eurobasket Roma e Umana Venezia).  
 
 
ALESSIO MARCHINI (Coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO Under 16): "Il girone è sicuramente molto impegnativo. Credo che Torino infatti sia, assieme alla Stella Azzurra Roma, una delle formazioni più accreditate per provare ad arrivare fino in fondo: ha grande fisicità, giocatori di notevole taglia, e tanta qualità. Treviso, che pure nella prima fase abbiamo battuto due volte, è un altro team che ha notevole stazza, e che forse per questo a inizio anno non era ancora particolarmente pronto: loro però sono cresciuti tanto nel corso della stagione, e quindi ci sarà da fare grande attenzione. Livorno, infine, è altra squadra fisicamente tosta, che oltre ad avere giocatori di talento come Graziani, sa mettere in campo la tipica identità delle squadre toscane, sempre aggressive, intense, e capaci di importi grandi ritmi di gioco. Sarà quindi importante per noi, sin dalla prima gara che ci opporrà proprio a Livorno, impattare bene la manifestazione con concentrazione e aggressività: perché pur trattandosi di un girone difficilissimo, tutto potrà succedere. La squadra ha lavorato benissimo in queste settimane, questo è un gruppo di ragazzi super che ha sempre tanta voglia di lavorare in palestra, e di apprendere le novità che a questa età è necessario proporre loro, quindi possiamo approcciare questo appuntamento con grande fiducia e voglia di fare bene"