Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Dolomiti Energia, esame "tedesco" contro il Ludwigsburg

Pubblicato in Estero il Venerdì 16 Settembre 2016, 18:46

I bianconeri al torneo di Bayreuth senza Lechthaler, rimasto a Trento per un problema alla schiena. Baldi Rossi: "Dobbiamo eseguire con maggiore rapidità di quanto fatto al Brusinelli"

Dopo una seduta di allenamento svolta al PalaTrento questa mattina, nel pomeriggio giocatori e staff della Dolomiti Energia Trentino si sono messi in viaggio alla volta della Baviera settentrionale dove domani, nella prima semifinale della Expert Jacob Cup di Bayreuth, sfideranno alle ore 17.00 l'MHP Riesen Ludwigsburg. La squadra trentina si presenterà al match in programma alla Oberfrankenhalle priva di Joao Gomes, che si unirà al gruppo aquilotto solo lunedì dopo aver giocato nel week-end l'ultima delle gare di qualificazione ad EuroBasket 2017 con il suo Portogallo, e di Luca Lechthaler, che a causa di un problema alla schiena non è partito con la squadra rimanendo a Trento per svolgere le terapie del caso. Per contro Maurizio Buscaglia avrà di nuovo a disposizione Riccardo Moraschini, che ha recuperato dalla botta alla spalla che lo ha costretto a saltare il Memorial Brusinelli della scorsa settimana e tornerà a dare un minimo di profondità alle rotazioni perimetrali bianconere.

Aggiornamenti e report della gara contro Ludwigsburg verranno pubblicati su www.aquilabasket.it, su twitter @AquilaBasketTN e sulla fan page bianconera.

FILIPPO BALDI ROSSI (Ala-Centro DOLOMITI ENERGIA): "Sicuramente teniamo a migliorare la nostra chimica e fluidità di gioco. I presupposti sono molto buoni perché ci cerchiamo molto, rischiamo sempre un passaggio in più piuttosto che un tiro e lavoriamo sempre per seguire quello che ci chiede il coach. Dal torneo Brusinelli dobbiamo cercare di alzare il ritmo della partita visto che quello deve essere il nostro marchio di fabbrica (anche se ci sta che siamo un po' stanchi visto il grandissimo lavoro che stiamo facendo con il preparatore Verona), essere più aggressivi in difesa e eseguire gli schemi offensivi con maggiore velocità. 

È sempre bello potersi confrontare contro club di nazionalità diversa un po' perché si vedono sempre altri modi di giocare e di interpretare la pallacanestro è un po perché il livello fuori dall'Italia spesso e volentieri si alza. Infine concludo dicendo che il mio ginocchio mi sta dando sensazioni positive quindi mentalmente quando gioco sono molto sereno. Ora mi concentrerò soltanto sul fatto di trovare il ritmo partita che ancora oggi non ho, ma sono sicuro che di questo passo arriverà in fretta". 

LUDWIGSBURG: IL ROSTER

#

Nome

Cognome

Nat.

Ruo.

Altezza

4

McCray

David

GER

G

1,87m

6

Martin

Kelvin

USA

F

1,95m

7

Ruoff

Alex

USA

F

1,98m

11

Washpun

Wes

USA

G

1,85m

12

Breunig

Martin

GER

F

2,03m

14

Heinrichs

Seth

USA

F

2,01m

15

Gonzalves

David

USA

G

1,93m

21

Boone

Jason

USA

C

2,03m

22

Prahst

Eyke

GER

C

2,08m

23

Koné

Bozoumana

GER

G

1,90m

32

Thiemann

Johannes

GER

F

2,05m

33

Toppert

Chad

GER

F

1,99m

35

Loesing

Brad

GER

G

1,82m

45

Cooley

Jack

USA

C

2,06m

HC

Patrick

John

USA