Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

One Team, al via il progetto in carcere con il "coach" Rashard Kelly

Pubblicato in Dolomiti Energia Trentino il Giovedì 28 Novembre 2019, 09:30

Lunedì 25 novembre si è tenuto il secondo allenamento del progetto One Team della Dolomiti Energia Trentino, che si svilupperà quest’anno presso la Casa Circondariale di Spini di Gardolo a Trento.

One Team è il progetto di responsabilità sociale di Eurolega, che vuole usare la pallacanestro per raggiungere un vero impatto nelle nostre comunità. Il gioco della pallacanestro, infatti, è uno sport che può trasmettere valori importanti per la vita delle persone: Michael Jordan, ad esempio, sosteneva di aver vinto tutto prendendo insegnamento dai tanti errori commessi durante le partite.

E questo sarà uno dei messaggi che il One Team Coach Claudio March e il One Team Manager Massimo Komatz cercheranno di far passare nei dieci allenamenti che si svolgeranno presso la palestra del carcere coinvolgendo dieci detenuti.

Fare sport in carcere può essere un momento positivo non solo per contribuire al mantenimento di uno stato soddisfacente della salute psico-fisica, ma anche per migliorare la convivenza all’interno dell’Istituto, contribuendo ad abbassare il livello di tensioni e di conflitti. Al secondo allenamento è stato presente anche il One Team Ambassador Rashard Kelly, che sarà un riferimento importante nel One Team grazie alla sua passione per il basket e per il lavoro di squadra, valori che cercherà di trasmettere ai suoi nuovi compagni di squadra.

Spero – ha detto Rashard – che questo progetto possa avere una ripercussione positiva sulle persone all’interno del carcere: è qualcosa che li terrà attivi dal punto di vista fisica e spero anche un appuntamento che non vedano l’ora di ripetere ogni settimana, prima con la visita e poi sapendo che ogni lunedì ci saranno delle persone pronte a mettersi in gioco per sviluppare questo progetto. Il “One Team” può avere un buon impatto sulla loro esperienza e anche aiutare il tempo a scorrere più velocemente. Penso che tutti gli sport aiutino, perché lavorare con gli altri sviluppa abilità come il lavoro di squadra, il rispetto di regole, compagni e avversari.

Nella sua fase progettuale la Dolomiti Energia Trentino ha dialogato con l’area educativa della Casa Circondariale e con APAS (Associazione Provinciale di Aiuto Sociale per i detenuti, gli ex detenuti e le loro famiglie): lunedì prossimo si torna in palestra per il terzo appuntamento One Team!