Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Buscaglia: "Orgoglioso di aver allenato un gruppo incredibile"

Pubblicato in Lega Basket il Mercoledì 21 Giugno 2017, 02:03

Il coach bianconero dopo la sconfitta in Gara 6 che ha regalato lo scudetto a Venezia: "Questa stagione per noi è stata un tatuaggio sulla pelle: non abbiamo mai mollato". De Raffaele: "Emozione grandissima"

Una serie intensa, vibrante, equilibrata, che alla fine doveva premiare qualcuno. Titolo alla Reyer Venezia. Onore delle armi alla Dolomiti Energia Trentino. 

MAURIZIO BUSCAGLIA (Coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): "La differenza di questa partita è stata nel terzo quarto. Tecnicamente, mentalmente e anche dal punto di vista nervoso abbiamo fatto il possibile per rimanere lì: ma abbiamo sbagliato qualche libero, qualche tiro aperto e anche per meriti di Venezia non siamo riusciti ad andare lì dove avremmo voluto, magari causando qualche fallo in più da giocatori che avevano problemi di falli. Ciononostante abbiamo tirato per poter pareggiare, dopo un ultimo periodo che, come spesso capita in queste partite, non si può spiegare solo parlando di pallacanestro. Complimenti a Venezia, ha giocato un ottimo play-off come lo abbiamo giocato noi. Oggi volevamo Gara 7, non ci siamo riusciti e purtroppo di Scudetto ce n'era uno solo, e se lo è preso Venezia. Cosa provo? Grande orgoglio per aver allenato una squadra incredibile e un gruppo che si è dimostrato capace di arrivare fino in fondo riuscendo a coprire bene i propri limiti, ed esaltando le proprie forze. Nell'economia della serie spiace per quanto successo a Sutton, stasera ha mostrato cosa avrebbe potuto fare e credo che quello che ha messo in campo testimoni come la sua situazione sia stata gestita bene. Questa stagione per noi è stata un tatuaggio sulla pelle: non abbiamo mai mollato".

 

WALTER DE RAFFAELE (Coach UMANA VENEZIA): "Questa è una emozione grandissima, abbiamo vinto lo Scudetto e credo si tratti di un titolo meritato arrivato al termine di una stagione davvero stressante. Non eravamo favoriti, abbiamo condotto una stagione importante sia in Italia che in Europa. Rendiamo onore a Trento, avversaria grandissima, a Maurizio Buscaglia, che è un amico oltre che un grandissimo allenatore, perché anche loro hanno fatto un grandissimo campionato e sono stati una grandissima avversaria. Oggi abbiamo giocato una partita di grandissimo spessore e presenza mentale. Grazie a questi giocatori, sono stati un gruppo eccezionale. E grazie a club, proprietà, e al mio staff. Grazie a questi tifosi, dopo 70 anni si gioiesce per qualcosa che rimarrà nella storia. Sono Fortunato ad avere avuto questa opportunità che nessuno ci potrà mai togliere".

Di seguito gli highlights di Gara 6