Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Sotto le plance arriva Justin Knox

Pubblicato in Dolomiti Energia Trentino il Giovedì 25 Luglio 2019, 11:55

Il lungo lo scorso anno protagonista con la maglia di Trieste chiude il roster 2019-20 della Dolomiti Energia Trentino. Coach Brienza: «Per qualità tecniche ed esperienza è il giocatore giusto per completare il gruppo»


Justin Knox è il pezzo che chiude il roster della Dolomiti Energia Trentino versione 2019-20: il lungo classe ‘89, 206 centimetri per 110 chilogrammi, sarà chiamato ad essere uno degli “interni” di riferimento nel gruppo agli ordini di coach Nicola Brienza.

Nella stagione 2018-19, con la maglia della Pallacanestro Trieste, Knox ha segnato 10.4 punti di media in Serie A con 4.3 rimbalzi catturati in poco più di 17’ minuti in campo a serata, viaggiando con il 58% abbondante nei tiri da due e con un 7/18 complessivo dall’arco dei tre punti.

In Italia Justin aveva già giocato prima in A2 con la Fortitudo Bologna (14.4 punti e 7.2 rimbalzi) e poi in Serie A con Capo d’Orlando nel finale di stagione 2017-18 (otto partite a 16.4 punti e 8.3 rimbalzi di media), in una carriera da pro che lo ha visto calcare i parquet di campionati in tutto il mondo fra Bielorussia, Turchia, Olanda, Malesia, Porto Rico e Bulgaria.

Al college il nuovo centro della Dolomiti Energia, nato il 13 gennaio di 30 anni fa, ha giocato tre stagioni ad Alabama University prima di chiudere il percorso sportivo universitario nella prestigiosa North Carolina.


NICOLA BRIENZA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Justin è un giocatore che, per le caratteristiche che ha il nostro roster, porta qualità tecniche che si incastrano perfettamente con quelle dei compagni e che ci danno tante soluzioni tattiche e di assetto. Allo stesso tempo siamo contenti di inserire nel gruppo un giocatore esperto, che conosco avendolo allenato a Capo d’Orlando: assieme ad Aaron e al gruppo degli italiani ci garantisce solidità e conoscenza del campionato, qualità che può aiutare tutto il gruppo a crescere e consolidarsi».