Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

«Limitiamo gli errori e arriveremo in alto»

Pubblicato in Dolomiti Energia Trentino il Martedì 22 Ottobre 2019, 12:00

Andrea Mezzanotte e coach Brienza in conferenza stampa prima del match di domani sera alla BLM Group Arena contro l’Arka Gdynia (palla a due alle 19.30): «I polacchi non sono più una sorpresa, hanno intensità fisica e difensiva da “big”»


Game Info

Dolomiti Energia Trentino (2-1) vs. Asseco Arka Gdynia (2-1)

BLM Group Arena | mer 23.10 | h 19.30 | Eurosport Player

Game Notes (.pdf) | Kinesi Injury Report

Non vuoi perderti nemmeno un appuntamento della Dolomiti Energia Trentino? Sincronizza il tuo calendario per rimanere sempre aggiornato su date e orari delle partite!



NICOLA BRIENZA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Affrontiamo un’eccellente squadra che gioca una pallacanestro di grande sostanza e grande attenzione, un’avversaria ostica da battere perché fa dell’intensità fisica e difensiva la sua arma principale: in queste prime tre partite del girone è quella che forse nel gruppo D più di tutte si è dimostrata preparata e solida nella sua metà campo. Gdynia ha vinto due volte in trasferta su campi difficili da espugnare come Oldenburg e Podgorica e se l’è giocata alla pari anche con una corazzata come Malaga: dovremo essere bravi a pareggiare la loro intensità senza però adattarci al loro modo di giocare, provando ad esprimere la nostra pallacanestro e il nostro ritmo di gioco. Abbiamo grande voglia di scendere in campo e giocare una grande partita, sappiamo che questo match può contare molto anche per la classifica del gruppo D».
 

ANDREA MEZZANOTTE (Ala DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Il nostro prossimo passo in avanti deve arrivare dal limitare gli errori banali, in attacco e in difesa, che ci sono costati cari nelle ultime partite. Penso a qualche palla persa non forzata, a qualche passaggio a vuoto in difesa perché non teniamo un uno contro uno o perché rientriamo male in transizione. Se riusciamo a sistemare questi piccoli dettagli di concentrazione e attenzione credo che faremo un bello step come squadra, perché tutti nel gruppo hanno mentalità vincente, talento e voglia di portare questa squadra a fare una grande stagione. Per quanto riguarda il mio inizio di annata sono soddisfatto e anche un po’ sorpreso, perché non mi aspettavo neppure io di entrare così bene nel ritmo di gioco della squadra e nel tipo di pallacanestro di coach Brienza: so di dover lavorare ancora tanto su diversi aspetti del gioco, e lo sto facendo con ancora più entusiasmo e fiducia per guadagnarmi spazio e minuti in campo».