Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Behanan: “A San Pietroburgo per riscattarci e crescere ancora”

Pubblicato in Eurocup il Lunedì 16 Ottobre 2017, 18:00

Squadra in viaggio verso la Russia: duemila chilometri in linea d’aria da attraversare in vista del secondo impegno di EuroCup della stagione in programma mercoledì alle 19.15 italiane contro l’ambizioso Zenit

Mercoledì alle ore 19.15 italiane la Dolomiti Energia Trentino giocherà il suo primo match esterno di 7Days EuroCup: i bianconeri saranno di scena a San Pietroburgo, ospiti di una delle corazzate del torneo, lo Zenit. Una partita che per Chane Behanan, Davide Dusmet e il resto del team trentino rappresenta non solo una bella occasione di riscatto dopo la sconfitta interna contro Brescia di sabato scorso, ma anche un momento importante per crescere come collettivo ed imparare a superare quelle difficoltà che regolarmente presentano stagioni così lunghe e impegnative.

CHANE BEHANAN (Ala-Centro DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): “La sconfitta contro Brescia? L’abbiamo presa con le giuste proporzioni, era solo la terza partita di campionato di una stagione lunghissima; allo stesso tempo l'abbiamo presa con grande serietà, dobbiamo compattarci come gruppo, restare uniti e crescere passando anche attraverso questo tipo di delusioni. Giochiamo due partite a settimana, stiamo cercando di trovare il giusto ritmo anche fisico per affrontarle al massimo. Il match contro lo Zenit può essere un momento di riscatto e di crescita importante: vogliamo giocarci le nostre carte e provare a vincere anche sul campo di una formazione così accreditata”.

DAVIDE DUSMET (Assistant Coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): “C’è grande voglia di fare un passettino in più e di sistemare rapidamente quello che non ha funzionato nell’ultima partita contro Brescia. Andare a San Pietroburgo ci mette davanti ad una grande sfida, sia perché testiamo la nostra capacità di reazione sia perché ci confrontiamo contro una delle squadre più forti della manifestazione. In questi giorni il gruppo si è allenato molto bene, con grande concentrazione e voglia di sistemare i tanti dettagli su cui sabato abbiamo fatto fatica: questa è una squadra di uomini orgogliosi, che stanno dimostrando un grande senso di squadra e di fiducia nel lavoro quotidiano”.