Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Tre cose da sapere su Dolomiti Energia - Partizan Belgrado

Pubblicato in EuroCup il Lunedì 1 Ottobre 2018, 15:30

Mercoledì alla BLM Group Arena (20.30) si gioca la prima partita di EuroCup: al cospetto dei vicecampioni d'Italia c'è un pezzo di storia della pallacanestro continentale nel giorno delle 500 partite di coach Buscaglia sulla panchina di Trento

Reduce dall'eliminazione in semifinale di Supercoppa, la Dolomiti Energia Trentino si prepara ad entrare di slancio nella stagione 2018-19 con un doppio impegno casalingo che vedrà i bianconeri fare il proprio esordio prima in EuroCup (mercoledì 3) e poi in Serie A (sabato 6). 

Non vuoi perderti nemmeno un appuntamento della Dolomiti Energia Trentino? Sincronizza il tuo calendario per rimanere sempre aggiornato su date e orari delle partite!

 

Cosa: Dolomiti Energia Trentino vs. Partizan NIS Belgrade
Dove: BLM Group Arena, Trento
Quando: Mercoledì 3 ottobre, ore 20.30
Bigliettihttp://bit.ly/AquilaBTickets
TV: Eurosport Player
Radio: Radio Dolomiti

Prosegue la campagna abbonamenti all’Aquila Basket Store: ultimi giorni per assicurarsi la tessera che ti farà vivere al massimo la nuova stagione! A questo link tutte le info.

 

 

1. #Busca500

Il suo esordio sulla panchina bianconera è stato in una partita di Serie C1 giocata a Trieste nel 2003. Alla tredicesima stagione assoluta a Trento, la nona consecutiva, coach Maurizio Buscaglia mercoledì sera raggiungerà l'incredibile traguardo delle 500 panchine da allenatore dell'Aquila Basket e vuole festeggiarlo con tutti i tifosi bianconeri. Possibilmente anche con una vittoria, visto che quello contro il Partizan è un match delicato ed importante: discorso che varrà per tutte le partite che i trentini disputeranno nel proibitivo girone C di EuroCup, in particolare quando la Dolomiti Energia sarà chiamata a difendere il proprio parquet.

 

2. Un'avversaria da leggenda

Il KK Partizan di Belgrado è uno dei club con più tradizione e blasone nel panorama dello sport (e non solo della pallacanestro) continentale: il palmares da 21 titoli nazionali, 14 coppe di Serbia, 6 ABA League, 3 Coppe Korac e 1 Eurolega racconta solo una piccola parte della capacità dei bianconeri di Belgrado di lasciare un'impronta profonda sul basket europeo degli ultimi decenni.

In particolare fa impressione il numero e la qualità dei giocatori passati per le giovanili del club e poi diventati giocatori di primissima fascia, da Vlade Divac e Pedrag Danilovic fra anni '80 e '90 fino ad arrivare ai più recenti Nikola Pekovic, Jan Vesely (stella del Fenerbahce) e Bogdan Bogdanovic

Di questo gruppo di “prodotti” del settore giovanile serbo fanno parte anche i due “trentini” Nikola Radicevic e Nikola Jovanovic, che fino al 2012 sono stati compagni di squadra proprio al Partizan prima di ritrovarsi l’anno scorso alla Stella Rossa e quest’anno a Trento.

 

3. Marcus Paige e la gioventù al potere

Il roster del Partizan anche quest'anno è votato alla "linea verde": dei 5 nuovi arrivi in squadra nessuno è sopra i 23 anni di età, e non è facile individuare chi fra le giovani stelle a disposizione di coach Nenad Canak abbia più talento e potenziale.

Brillano le qualità di playmaking e di uomo sqqadra di Marcus Paige, a lungo stella all'Università di North Carolina, ma anche quelle della guardia Vanja Marinkovic (nella foto), classe '97 pronto ad essere il prossimo talentino lanciato dal Partizan nel gotha del basket europeo. L'ala piccola Rade Zagorac è materiale da NBA (scelto al draft 2016), e i lunghi Nikola Velickovic (il capitano) e Jock Landale chiuderanno il quintetto base dando solidità e presenza in area. 

Gli altri match del girone C: 
Valencia Basket - LDLC ASVEL Villeurbanne, martedì 2 ottobre 
Zenit St Petersburg - Turk Telekom Ankar, mercoledì 3 ottobre