Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Buscaglia: “Contro Cantù per crescere in consistenza e continuità”

Pubblicato in Lega Basket il Venerdì 20 Ottobre 2017, 16:30

I bianconeri pronti alla seconda trasferta settimanale (PalaDesio, domenica 22 ore 18.15) dopo la sconfitta a San Pietroburgo: coach Maurizio Buscaglia può contare sul roster al completo

La voglia di vincere dopo due sconfitte consecutive. L’idea di poter alzare ancora il livello complessivo di qualità e di consistenza del gioco di squadra. La possibilità di farlo sul campo della Red October Cantù, altra formazione in cerca di riscatto dopo la sconfitta di 31 punti nel derby contro Varese di lunedì scorso. L'allenatore della Dolomiti Energia Trentino Maurizio Buscaglia soprattutto di questi temi ha parlato questo pomeriggio presentando in conferenza stampa la delicata trasferta di Desio. Il viaggio in Lombardia chiude una lunga settimana di trasferte che sarà seguita invece da sette giorni a tutto basket fra le mura del PalaTrento. Mercoledì 25 alle ore 20.45 gli avversari del Round 3 di EuroCup saranno Josh Owens e i suoi compagni del Tofas Bursa (http://bit.ly/vsTofas25-10-17), domenica 29 alle 20.15 sulla strada dei bianconeri ci sarà la Reggio Emilia di un altro centro grande ex come Julian Wright (http://bit.ly/vsReggio29-10-17). Una settimana di “grandi ritorni” a cui la Dolomiti Energia vuole arrivare ritrovando il sapore della vittoria.

MAURIZIO BUSCAGLIA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): “Nella nostra testa non esistono differenze fra partite di campionato e di EuroCup: in questa fase della stagione stiamo passando da una partita all’altra cercando di vivere ogni istante in campo come un prezioso momento di verifica, come un passo in avanti importante per crescere. Allo stesso tempo però sappiamo che le partite contano, noi giochiamo sempre per provare a vincerle: da questo punto di vista dalla Russia torniamo con tante buone indicazioni, “spalmate” su tanti minuti della nostra prestazione in campo. Dobbiamo aumentare ulteriormente quei minuti di consistenza e solidità, e riuscire a cavalcare meglio i momenti positivi della partita: serve giocare di squadra, con attenzione ai dettagli, è un momento chiave per il processo di crescita complessivo nella nostra stagione. Cantù? È una squadra di talento, che ha in tanti giocatori grande frizzantezza offensiva, doti di uno contro uno, capacità di realizzare e creare per la squadra. Culpepper, Chappell, Burns. Giocatori di primissima fascia: anche la Red October, come noi, è in fase di consolidamento per diventare più squadra, e questo è un appuntamento che andrà vissuto bene anche dal punto di vista psicologico visto che Cantù è reduce da una sconfitta nel derby con Varese. Da parte nostra non c’è rischio di sottovalutare questo impegno, vogliamo vincere e vogliamo farlo continuando a crescere”.